Search
mercoledì 18 ottobre 2017
  • :
  • :

Nathan Never: i diritti sulle storie e il personaggio tornano alla Bonelli

Dopo Dylan Dog anche Nathan Never torna a casa. La Sergio Bonelli Editore con l’annuncio che vi proponiamo qui di seguito ha infatti confermato di aver riacquisito i diritti sulla nota serie di fantascienza e su tutto l’universo narrativo ad essa collegato.

Aumentano sempre più le possibilità della nascita di una nuova serie di film dedicati ai titoli di maggior successo della Sergio Bonelli Editore.

nathan never

(Milano, Italia, e Los Angeles, California – Luglio, 2017) – Sergio Bonelli Editore S.p.A., Platinum Studios Inc. e il Sig. Scott Mitchell Rosenberg sono lieti d’informare della firma di un contratto con cui Sergio Bonelli Editore ha acquistato tutti i diritti media e consumer products di ‘Nathan Never, Legs, May, Agenzia Alfa ed in generale di tutti i personaggi legati all’Universo narrativo di Nathan Never’, creati da Michele Medda, Antonio Serra e Bepi Vigna.

Sergio Bonelli Editore S.p.A. è l’editore italiano leader di mercato nel settore dei fumetti, che già possiede i diritti editoriali e di publishing dell’ ‘Universo narrativo di Nathan Never’, e d’ora in avanti deterrà e gestirà anche i diritti per realizzare film, produzioni televisive, merchandising, consumer products, videogames e qualsiasi altra produzione basata sui personaggi a fumetti.

Davide Bonelli, Presidente di Sergio Bonelli Editore S.p.A., ha dichiarato: “Quello di ‘Nathan Never’ è uno dei nostri più importanti universi narrativi di fantascienza, pubblicato da oltre 25 anni. Siamo orgogliosi di poter lavorare a progetti di merchandising e trasposizioni in altri media, determinati a raggiungere coraggiosamente territori finora inesplorati”.

Nathan Never, Legs, May, Agenzia Alfa ed in generale di tutti i personaggi legati all’Universo narrativo di Nathan Never’, rappresentano uno degli universi narrativi di fantascienza di maggior successo nella storia della Sergio Bonelli Editore S.p.A..

Sergio Bonelli Editore è stata assistita dagli studi legali BonelliErede e Covington & Burling LLP.




Lascia un commento