Iron Fist: Finn Jones rivela cosa sarebbe successo nella terza stagione!

0

Le esperienze Marvel su Netflix non si possono definire del tutto di successo. Daredevil è forse quella che più di tutte ha mantenuto degli ottimi standard qualitativi e narrativi, supportata da un cast di tutto rispetto. Jessica Jones dopo una prima stagione superba è scivolata nell’oblio di una originalità forzata, e lo stesso si potrebbe dire di Luke Cage. Ma chi non è proprio riuscito a catturare l’attenzione del suo pubblico è stato Iron Fist.

Il Pugno d’Acciaio di K’un-Lun nelle sue due stagioni di vita non ha mai veramente convinto, e la chiusura dello show con un cliffhanger di proporzioni epiche ha lasciato quei pochi fan con un pugno di mosche. Mentre i personaggi appartenenti al gruppo dei Defenders, protagonisti proprio di una miniserie Netflix, sono sotto esame per dei possibili reboot all’interno del Marvel Cinematic Universe, il protagonista Finn Jones è tornato a parlare dello show e di ciò che sarebbe dovuto accadere nella mai realizzata terza stagione di Iron Fist.

Raven Metzner, che era lo showrunner della seconda stagione, e io, eravamo sicuri ci sarebbe stata una terza stagione, quindi avevamo già pianificato tutto. Ero elettrizzato all’idea di farlo. Danny avrebbe finalmente assunto l’identità di Iron Fist, abbracciando completamente il suo ruolo. Ci sarebbe stata questa spettacolare storia d’amicizia con Danny e Ward in terre straniere. E poi c’era Colleen a New York, da sola e con questo nuovo potere, che lottava per venire a patti con la sua identità e questa forza. Ad un certo punto ci saremmo incontrati di nuovo e probabilmente formato una pazza power-couple.

iron fist immortal

La seconda stagione di Iron Fist si chiude con Danny Rand che lascia New York per trovare Orson Randall, l’uomo coinvolto nel mercato nero da cui Davos aveva ottenuto il corpo del precedente Iron Fist. Con un breve flash-forward scopriamo anche che Danny è entrato in possesso di un paio di pistole capaci di incanalare il suo chi, proprio come quelle usate dall’Orson Randall dei fumetti Marvel Comics, dove anch’egli è conosciuto con il nome di Iron Fist.

Da quanto letto questa terza stagione avrebbe quindi preso, rimescolato e rielaborato ancora una volta le storie di Pugno d’Acciaio, probabilmente prendendo ispirazione anche dalla famosa run The Immortal iron Fist di Ed Brubaker, Matt Fraction, David Aja e Travel Foreman. Considerando il passato, probabilmente è stato un bene che lo show non sia proseguito, dando così ai fan la speranza che Iron Fist, così come gli altri personaggi degli show Netflix, possa avere il suo meritato spazio nel Marvel Cinematic Universe.


Condividi.

Comments are closed.